Close

6 Ottobre 2015

La corazza meccanica esplosiva

Nel XV secolo un modello di corazza meccanica tedesca era in grado di esplodere. Niente paura, tutta finzione scenica.

Il torneo medievale: luogo dove i più alti valori della cavalleria venivano gettati in faccia a un pubblico di spettatori urlanti. Armature scintillanti, signorotti in piena scalata sociale, dame che lanciavano fazzoletti e mucchi di sterco per terra.

Queste manifestazioni, oltre a sensibilizzare la società all’esercizio militare, col passare del tempo divennero delle feste mondane che rispondevano alla regola del panem et circenses romano e, detta in modo più moderno, dello show business.

Che fosse in nome dell’amor cortese verso una donzella, per celebrare matrimoni, o per questioni d’onore, un aspetto molto importante delle feste d’armi era l’intrattenimento. Fu proprio per questo che nel XV secolo comparve la corazza meccanica esplosiva, una roba che sembra uscita da un romanzo steampunk.

Corazza Meccanica [Lorenz Helmschmied, Baviera, 1495 ca.]

La corazza meccanica esplosiva venne progettata specificamente per la giostra. Si pensa sia stata inventata per il secondo matrimonio di Massimiliano I con Bianca-Maria Sforza nel 1494, come nuova variante tedesca della giostra chiamata Geschiftrennen o Scheibenrennen 1

Il modello era ispirato alle normali corazze da torneo e consentiva di agganciare lo scudo lasciando libere entrambe le mani del cavaliere. Agganciando lo scudo al supporto, l’ingegnoso meccanismo a molla veniva così “armato”, e la corazza era pronta a esplodere. A questo punto il cavaliere poteva dare inizio allo show: sarebbe bastato colpire in pieno lo scudo per farlo saltare in aria. Ma non è finita qui, il congegno a molla non si limitava solo a lanciare via lo scudo.

Un disco di metallo creato appositamente per frantumarsi veniva caricato all’interno del meccanismo. Durante lo scontro si sminuzzava in piccoli triangoli che venivano scagliati via dalla molla assieme alla targa: tutto questo casino di schegge e pezzi che schizzavano per aria facevano apparire lo schianto molto più spettacolare di quanto fosse in realtà.

Incisione che mostra il funzionamento della corazza meccanica. [Hans Burgkmair 1540 ca. ]

Incisione che mostra il funzionamento della corazza meccanica. [Hans Burgkmair 1540 ca. ]

Ci sono numerose varianti di queste corazze tedesche dal sapore steampunk, tutte progettate con il solo intento di stupire la folla. Immaginate quei villici che si arrampicavano sugli alberi e gridavano di gioia ogni volta che le lance si spezzavano contro gli scudi mentre le corazze meccaniche facevano innescare il meccanismo d’esplosione. Uno spettacolo del genere poteva farti dimenticare del parente morto di malaria e del figlio partito per la guerra tre anni prima.

Nel medioevo sì che sapevano come divertirsi.

Lorenzo Manara

Lorenzo Manara ha scritto il suo primo romanzo nel 2012 e da allora non può fare a meno di sedersi davanti alla tastiera del computer, la sera, per scrivere storie d'avventura fino a tarda notte.
Lorenzo Manara

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.