Close

21 Agosto 2018

Il tè nel carro armato inglese

tè nel carro armato inglese

La maggior parte dei carri armati inglesi è dotato di bollitore perché un vero inglese non rinuncia al suo tè neppure quando piovono bombe

Non c’è niente di più british del tè, magari servito con un po’ di latte e una zolletta di zucchero: un’istituzione irrinunciabile, quasi come la pastasciutta a pranzo per un italiano. A differenza di noi italiani però, che non pretendiamo certo di mangiare gli spaghetti ovunque ci troviamo (o almeno credo), gli inglesi invece il tè lo vogliono bere per forza. Ed è per questo che i militari del Regno Unito hanno la possibilità di bere il tè nel carro armato grazie a un comodo bollitore.

Durante la prima e la seconda Guerra mondiale per farsi una tazza in compagnia l’equipaggio di un carro armato doveva abbandonare la protezione del veicolo, fare campo, accendere il fuoco e aspettare 3 minuti di infusione (che salivano a 5 minuti se qualcuno voleva infondere un tè di qualità speciale). Tutto questo era molto pericoloso, ma giustificabile. E vi spiego perché.

Le condizioni all’interno dei carri armati, specialmente i modelli più vecchi come il Mark I, erano infernali. L’equipaggio condivideva lo spazio con il motore e respirava aria contaminata dal monossido di carbonio, dai vapori nocivi derivanti dal carburante e dagli esplosivi alla cordite. La temperatura poteva raggiungere i 50 °C, causando perdita di conoscenza o il collasso dei carristi 1. Alcuni di loro, specie durante la prima Guerra Mondiale, erano costretti a portare perfino delle ingombranti maschere anti frammentazione. Perciò quella del tè poteva essere considerata una scusa per abbandonare le postazioni e prendere fiato per qualche minuto.

A partire dalla seconda Guerra mondiale i veicoli corazzati vennero equipaggiati con una serie di misure utili a migliorare le prestazioni della squadra per un notevole incremento di efficienza e vivibilità. Fra gli optional vi era anche un favoloso bollitore per bere il tè nel carro armato, in uso tutt’oggi. Da allora nessun soldato inglese ha avuto più bisogno di scendere per farsi una tazza. God save the Queen!

  1. History of the Great War Based on Official Documents: Medical Services Diseases of the War

Lorenzo Manara

Lorenzo Manara ha scritto il suo primo romanzo nel 2012 e da allora non può fare a meno di sedersi davanti alla tastiera del computer, la sera, per scrivere storie d'avventura fino a tarda notte. Autore del romanzo Il Ritornante.
Lorenzo Manara

Latest posts by Lorenzo Manara (see all)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.