Close

25 luglio 2017

I Padroni dell’Acciaio, di Zweilawyer

i padroni dell'acciaio zweilawyer zhistorica

Dieci monografie dei più grandi condottieri e uomini d’arme del XV e XVI secolo

Come anticipato a maggio, ho acquistato questo saggio su Indiegogo. Ultimamente bazzico molto dalle parti dei finanziamenti digitali, perché l’idea di ottenere promesse e possibili appagamenti futuri è intrigante (per quanto sembri stupido). E di solito si rivela davvero stupido finanziare opere delle quali non si sa nulla, poiché si rischia di ritrovarsi con delle schifezze fra le mani. Ovviamente questo non è il caso de I Padroni dell’Acciaio.

I Padroni dell’Acciaio è un saggio illustrato che narra le gesta di condottieri e uomini d’arme vissuti tutti più o meno nello stesso secolo, a cavallo del 1500. Un periodo che adoro, e che tratto spesso anche qui, su questo umile blog. I miei articoli però non sono niente di paragonabile rispetto al gran lavoro di documentazione e ricerca storiografica di Gabriele Campagnano, conosciuto sul web come Zweilawyer.

Zweilayer è uno storico due-punto-zero. Pensavate che su internet ci fossero solo gattini e quindicenni che giocano a Minecraft su youtube? Be’, dovreste ricredervi e fare un giro su Zhistorica, un meraviglioso portale di storia dove si possono leggere un sacco di cose interessanti. Si parla di armi bianche, battaglie, assedi e perfino qualche curiosità che Gabriele è riuscito a tirar fuori da volumi dimenticati.

Conoscevo già il lavoro di Zweilawyer, per questo non ho esitato ad acquistare I Padroni dell’acciaio. E devo ammettere che ne è valsa la pena. Ho trovato affascinante la storia di Pregianni, e incredibile quella del Dragone d’Albania. Tutti gli eroi trattati nel volume hanno vissuto avventure che meriterebbero di essere rappresentate al cinema tanto sono appassionanti e ricche di spunti narrativi.

Insomma, un ottimo acquisto. Un libro che non deve mancare nelle librerie di coloro che sono appassionati di spade e battaglie. L’ho finito lentamente, gustandomi ogni dettaglio, e giunto in fondo ho trovato un unico lato negativo: troppo breve. Ne voglio di più.

Bravo, Gabriele. Spero di rileggerti presto.

Lorenzo Manara

Lorenzo Manara

Da grande voglio fare lo scrittore, ma mi vedrei bene anche come chitarrista elettrico di una hard rock band. Nel frattempo scrivo romanzi e li pubblico su Amazon, che nel cassetto non ho più posto.
Lorenzo Manara

Latest posts by Lorenzo Manara (see all)

Rispondi